Centro Risvegli Ibleo
5 X mille a sostegno del Centro Risvegli Ibleo - CODICE FISCALE 92031160887

Cara Amica, caro Amico,  quest'anno  con la Tua dichiarazione dei redditi puoi decidere di destinare il 5per mille dell'IRPEF a sostegno degli enti no profit come il Centro  Risvegli Ibleo.


La nostra Onlus è iscritta nell'elenco  tenuto dall'Agenzia delle Entrate, per la categoria "SOSTEGNO DELLE ORGANIZZAZIONI NON  LUCRATIVE DI UTILITA' SOCIALE". La Tua scelta va indicata nel modello per  effettuare la Tua dichiarazione dei redditi, quindi in alternativa:

  • nel modello CUD, se non presenti alcuna dichiarazione
  • nel modello 730
  • nel modello UNICO

Fai questa scelta operando nel seguentemodo: 

  • devi apporre la Tua firma sulla scheda "SCELTA DELLA DESTINAZIONE DEL5 PER MILLE DELL'IRPEF"
  • devi inserire nella predetta scheda il nostro codice fiscale 92031160887

E' fondamentale sapere che il 5 permille:

  • non costituisce un aggravio, in quanto si tratta di una quota dell'IRPEF che già paghi e non di una quota in più;
  • se firmi e indichi il nostro codice fiscale, il tuo 5 per mille verrà specificatamente destinato a noi;
  • è una scelta indipendente da quella dell'8 per mille.
  • La Tua firma con l'aggiunta del nostro codice fiscale-92031160887
  • - può realmente aiutarci a vantaggio delle nostre ragazze e dei nostri ragazzi insieme alle loro famiglie. AIUTACI!

Per ogni informazione al riguardo puoicontattarci al numero 3385951692 / 3339317249 oppure via email al nostro indirizzo.

Cordialmente. Carmelo Tumino - Presidente Centro  Risvegli Ibleo

Laura Curella-Un macchinario all'avanguardia ed un corso di alta formazione sono le due novità che, grazie all'impegno concreto del Centro risvegli ibleo in collaborazione con l'Asp 7, miglioreranno i servizi della Residenza Sanitaria Assistita di Ragusa http://giornaleonline.lasicilia.it/GiornaleOnLine/pdf_sfoglia_1.php?move=1

Un macchinario all'avanguardia ed un corso di alta formazione sono le due novità che, grazie all'impegno concreto del Centro risvegli ibleo in collaborazione con l'Asp 7, miglioreranno i servizi della Residenza Sanitaria Assistita di Ragusa.
Come ha spiegato il direttore amministrativo Asp Franco Maniscalco in conferenza stampa, si tratta di progressi ottenuti grazie alla collaborazione fra istituzioni e onlus. «Una sinergia - ha spiegato Maniscalco - che in modo particolare si concretizza per la RSA che da domani potrà avvalersi di un broncoscopio Storz, un apparecchio di alto livello del valore di circa 16 mila euro, acquistato dal Centro risvegli ibleo ed affidato in comodato d'uso gratuito alla struttura sita all'interno della Suap, Speciale Unità di Accoglienza Prolungata».
Il broncoscopio contribuirà a migliorare l'assistenza prestata ai pazienti in stato neurovegetativo. «Soggetti purtroppo altamente affetti da problemi respiratori - ha aggiunto il dott. Francesco Puglisi, chirurgo che presta volontariamente servizio presso l'RSA - e da relative infezioni all'interno dell'albero bronchiale. Questo macchinario permette di studiare le vie aeree attraverso uno strumento flessibile dotato di un canale operativo e di un sistema di conduzione delle immagini che permette di osservare lo stato della trachea e dei bronchi principali fino ai bronchi segmentari. In questo modo avremo la possibilità di intervenire in modo efficace nella pulizia e contemporaneamente svolgere indagini accurate per individuare eventuali infezioni e quindi prescrivere terapie mirate».
«Si tratta di una delle tante iniziative che nel corso dell'anno portiamo avanti - ha sottolineato il presidente del Centro, Carmelo Tumino - con il contributo dei cittadini anche attraverso il 5 per mille. A breve potremo dotare l'RSA anche di un elettroencefalogramma e di un lettino per riabilitazione e fisioterapia. Un impegno economico importante che possiamo sostenere solamente grazie a coloro i quali continuano a sorreggerci».
Altra iniziativa presentata, il corso dal titolo "Le basi della nutrizione artificiale in ospedale e a domicilio" che si svolgerà il 13 e 14 giugno presso i locali della Suap di piazza Igea. «L'alimentazione rappresenta l'altra criticità da affrontare - ha detto il dott. Adriano De Nicola, anestesista all'interno dell'RSA - in modo sempre più competente ed aggiornato. Grazie alla collaborazione fra Asp e Centro risvegli ibleo abbiamo potuto organizzare un corso ECM rivolto a 40 operatori siciliani, di cui 28 della struttura iblea. Si tratta di una iniziativa di alta formazione che in Sicilia era attesa da ben cinque anni».

http://www.ondaiblea.it/2014060367327/centro-risvegli-ibleo-dona-broncoscopio-alla-suap.html-Centro Risvegli Ibleo dona broncoscopio alla SUAP

Ragusa, 3 giugno 2014 - Un broncoscopio per la Speciale  Unità di Accoglienza Permanente (SUAP) allocata presso i locali della Residenza Sanitaria Assistita dell'ex Ospedale G.B. Odierna, donata dall'Associazione di volontariato "Centro Risvegli Ibleo".

Oggi nella sala della direzione generale dell'ASP di Ragusa, alla presenza del direttore amministrativo dell'Azienda, dott. Franco Maniscalco, dei medici volontari della SUAP: dott. G.  Puglisi,  dott. Adriano Denicola, dott. Mariano Conticello e  direttore sanitario  della Rsa, dott. Giovanni Ragusa e del presidente dell'Associazione, Carmelo Tumino,  è stato consegnato l'importante  strumento. Si tratta di un broncoscopio di ultima generazione tra i migliori nel campo sanitario.Un Apparecchio costituito da tubi metallici rigidi provvisti di un sistema ottico per la proiezione dei raggi luminosi e per l'osservazione  broncoscopica che consente di valutare lo stato delle diverse sezioni dell'albero tracheobronchiale, di eseguire biopsie della mucosa, di asportare corpi estranei, aspirare secreti ecc. Si tratta di un metodo di esplorazione delicato ma semplice, ben tollerato dal paziente, e in grado di risolvere molteplici problemi diagnostici, che aiuterà moltissimo la gestione dei soggetti ricoverati nella struttura iblea.Il dott. Maniscalco ha ribadito che questa realtà, frutto della sinergia tra il volontariato e il pubblico ha permesso la realizzazione di un servizio di eccellenza.La SUAP, nata nel 2011, attualmente con dieci posti letto, tra qualche mese diventeranno quindici, permetterà ad altre famiglie ragusane di avere i propri cari, ricoverati in strutture disseminate in Italia, di fare rientro nella propria "casa" questo ha assicurato il dott. Ragusa.Ma oltre alla consegna del broncoscopio è stato annunciato che nei giorni 13 e 14 giugno, si terrà un importante corso di formazione sulla nutrizione artificiale. E' un evento di rilevanza per tutta la Sicilia, infatti da tempo non si svolgevano corsi di formazione così interessanti sul  tema dell'alimentazione artificiale.Il corso sarà rivolto a tutto il personale della SUAP, ma anche al personale di altri reparti."Coprire il fabbisogno energetico di malati che non possono alimentarsi naturalmente. Questa la principale indicazione della nutrizione artificiale (NA) che è considerata ormai, a tutti gli effetti, una disciplina medica vera e propria. Ecco l'importanza di essere formati." Le parole del dott. Denicola, anestesista dell'ASP.Infine, il presidente del Centro Carmelo Tumino ha annunciato che una famiglia, che preferisce mantenere l'anonimato, ha donato alla SUAP un lettino per la fisioterapia dei soggetti in stato vegetativo.  


Centro Risvegli Ibleo

Per garantire una adeguata continuità di cura, per assistere le persone e le famiglie a raggiungere il miglior livello di reinserimento sociale, bisogna disporre interventi sia a valenza sociale che sanitaria, che si integrino con quelli dei centri specializzati ma che siano anche radicati nel territorio. 

 

C'è bisogno di un atto di amore per la vita

La volontà di creare questa struttura, le adesioni sempre più numerosesinora raccolte, fanno sperare nella diffusione e nella crescita dellacultura della solidarietà, che restituisca ancora più valore all'uomo, alla sua vita, in tutte le sue manifestazioni.

 
OFFRI IL TUO CONTRIBUTO

Concluso a Ragusa il corso di formazione del Centro Risvegli Ibleo

Una due giorni a Villa Di Pasquale che ha detto molto per un corso di formazione su "La presa in carico della persona in stato vegetativo e persistente o di minima coscienza voluto dal Centro Risvegli Ibleo Associazione ONLUS di Ragusa con il contributo del Centro Studi Helios.
La parte del leone ovviamente è stata fatta dal Prof. Nino Basaglia con la partecipazione di Maria Rita Magnarella, Susanna Ponti, Francesca Filippini e con l'organizzazione struttuturale della presidenza del Centro Risvegli ibleo.
Un corso di grande levatura tecnica e scientifica cui hanno partecipato tantissime persone ed a cui sono stati accreditati 20 Ecm per medici, infermieri, psicologi, neuropsicologi e foisioterapisti. Per ricevere le slide di presentazione per favore indirizzare la Vostra richiesta a info@centrorisvegli.it.

Omaggio del maestro Piero Guccione

Il Centro Risvegli Ibleo continua con grande successo la ricerca di contributi grazie al maestro Piero Guccione che ha donato alla onlus un acquaforte di 120 esemplari, che raffigura un Cristo morente in omaggio a Pontormo.

I motivi per acquistare l'opera del maetro Guccione sono la sicurezza di avere scelto un'opera originale in grado di fare provare emozioni e l'evidenza di avere scelto un'opera di un artista di fama nazionale ed internazionale. Contribuendo a suscitare ulteriormente l'interesse per finanziare la realizzazione di un centro di assistenza per persone in stato vegetativo nella provincia di Ragusa, l'opera potrà essere acquistata attraverso la donazione minima di cinquecento euro (500 €).

Per acquistare l'opera e/o per richiedere informazioni rivolgersi cortesemente al Centro Risvegli Ibleo presso la sede ASCOM (Associazione Commercianti di Ragusa) in via Roma 212 da lunedì a venerdì durante orario di ufficio oppure potete contattarci ai numeri di telefono 338 5951692 e 3339317249.

Presentata Convenzione tra l’assessorato Provinciale al Territorio, Ambiente e Protezione Civile e il Centro Risvegli Ibleo

RAGUSA - Assessorato provinciale al Territorio e Ambiente Convenzione stipulata tra l'Assessorato, settore Geologia e Geognostica e il Centro Risvegli Ibleo per la redazione dello studio geologico che andrà a corredare il progetto esecutivo della struttura di accoglienza per pazienti in stato vegetativo e di minima coscienza che il Centro sta realizzando a Ragusa.